giovedì 13 ottobre 2011

serenada









serenada



Cando mi leat su  tou pensamentu
no apo  intr’ e coro sa tristura,
si solvet totu a cussa   calura
onzi malannu  chi atit patimentu.
Sorrisu sempr’ in laras m’addura
apo sa forza de ateros chentu,
bolo  in fantasia che su ‘entu
e solu ojos tuos ap’ in fregura….

No apo sa misur' e sa bellesa
chi potat a tie simizare,
isco solu chi s'anima inchesa
m'as fatu onzi olta, in su  mirare.
Como chi serenada  l' ap' istesa
pro poder tue bene reposare,
duas columbas e unu rusignolu
an a cantare custa a tie solu.



2 commenti:

  1. Serenata



    Quando sono nei tuoi pensieri
    Non sento tristezza nel cuore
    Perché si scioglie a quel calore
    Ogni malessere che porta sofferenza
    Il sorriso si stampa sulle labbra
    Ed ho la forza di altri cento
    La fantasia vola con il vento
    Ed ho solo l’immagine dei tuoi occhi

    Non ho il metro della bellezza
    Che possa misurarla
    So solo che l’anima m’ incendia
    Ogni volta che mi sento osservato
    Per poter tu, riposare bene
    Domani due colombe ed un usignolo
    Canteranno per te questa canzone.

    RispondiElimina
  2. delicatissima dichiarazione!!!
    bravo

    RispondiElimina